• andreapezzotti

Le sensazioni di un paziente colpito da anosmia ( perdita dell'olfatto )

Aggiornato il: mar 16

"Di solito uno non ci pensa. Ma quando lo persi, fu come se fossi diventato di colpo cieco. La vita perse molto del suo sapore ... non ci si rende conto di quanto il 'sapore' sia in realtà olfatto. Si odora la gente, si odorano i libri, si odora la città, si odora la primavera, forse non in modo consapevole, ma come uno sfondo ricco e inconscio che sta dietro ad ogni cosa, D'improvviso tutto il mio mondo s'impoverì radicalmente ( Sacks 1985:213 )




0 visualizzazioni0 commenti